Martedì 28 febbraio 2023 alle ore 20:45

€ 38,00 Platea – € 30,00 Galleria

scritto e diretto da Biagio Izzo
con  Biagio Izzo
Mario Porfito
Produzione AG Spettacoli e Tradizione e Turismo – Teatro Sannazaro

La commedia

Due attori in tournée. Due grandi attori, due professionisti di successo. Due amici, complici e solidali, d’accordo su tutto, in un susseguirsi di attenzioni e premure talmente inverosimili da risultare esilaranti. L’uno è un playboy ingenuo, fedifrago suo malgrado, comico sempre e ovunque, morbido, generoso e geniale nelle sue invenzioni teatrali.
L’altro, la sua spalla in scena e nella vita, è un gran simpaticone che ha meno fortuna con le donne e vive di luce e di successo riflessi, ma – lo ripete sempre – è felice così.

Durante una replica dello spettacolo, però, quest’ultimo inciampa e cade tra le risate di tutti, anche del suo amico, e quando si rialza, di punto in bianco, uno strano tic nervoso gli scuote il corpo e si riverbera sul volto, con una smorfia intermittente, davvero buffa, che non lo abbandonerà mai più.

Il playboy ingenuo, pensando che il tic nervoso sia una trovata geniale dell’amico, cavalca l’onda e, fomentato dalla risata scatenata del pubblico, comincia ad improvvisare impazzito, mettendo amabilmente in ridicolo l’amico che sta al gioco a fatica, spiazzato e stordito. Alla fine della serata, infatti, ancora scosso dal fremito di quella smorfia, pur avendo accettato amabilmente le scuse che l’ingenuo gli porge, con le rose comprate dall’indiano di turno, l’altro torna a casa e comincia a pianificare la sua vendetta, una vendetta del tutto sproporzionata rispetto all’accaduto e all’amicizia che li lega…

La coppia strana è una commedia che prende sì spunto da La strana coppia, lo spettacolo che i due protagonisti portano in giro, ma lo rovescia, in realtà – come il titolo – per raccontare una nuova storia e due nuovi personaggi, tra scene comiche e cortocircuiti esilaranti, governati da dinamiche più che umane – qua e là quasi bestiali, a dire il vero – in cui riconoscerci un po’ tutti, così da riflettere, tra mille risate, e poter scegliere, però, fin dove spingersi e da quale parte stare nella vita.